Critica dei neomarxisti by MATTICK Paul -

By MATTICK Paul -

Bari, Dedalo, 1979, octavo brossura editoriale, pp. 377.

Show description

Read Online or Download Critica dei neomarxisti PDF

Best italian_1 books

Giorgio Vasari's Prefaces: Art and Theory. With a foreword by Wolfram Prinz

Giorgio Vasari’s Prefaces: paintings and concept offers scholars and students alike with the chance to check and comprehend the artwork, conception, and visible tradition of Giorgio Vasari and 16th century Italy. For the 1st time all of Vasari’s Prefaces from the Lives of the Artists (1568) are integrated translated into English in addition to within the unique Italian.

I miti ebraici

In questo quantity, apparso alcuni anni dopo il successo dei Miti greci, Robert Graves si suggest di esplorare, con gli stessi intendimenti e avvalendosi della collaborazione di Raphael Patai, il patrimonio mitologico rintracciabile nel Libro della Genesi, ricollegandolo alle tradizioni greche, mesopotamiche, persiane ed egiziane.

Extra info for Critica dei neomarxisti

Example text

Marx mostrò, ad esempio, come il salario dell’operaio non potesse rimanere, oltre un dato tempo, né al di sopra né al di sotto di un certo livello: la legge del valore finisce per essere decisiva. Ma anche indipendentemente 50 da tali oscillazioni il crollo del capitalismo si spiega già soltanto con la legge del valore. Inoltre non è la lotta di classe a deter­ minare in ultima istanza la quota di plusvalore che spetta ai ceti medi, bensì è tale quota a determ inare la loro lotta. Il processo di concentrazione è più forte delle tattiche difensive delle classi medie: che nonostante tutto queste classi esistano, va ricondotto al fatto che il capitale, se da una parte distrugge gli elementi di classe media, dall’altra li ricrea perennemente di nuovo.

Il peso delle decisioni rivo­ luzionarie non deve più risiedere nel partito, bensì nelle masse stesse. Il partito riformista vide la sua fine nel tradimento sociale della Seconda Internazionale sfociato nel conflitto mon­ diale. La « socialdemocrazia rivoluzionaria », il partito di Lenin, la Terza Internazionale sono spirati ingloriosamente nel loro scontro con il fascismo. Le azioni del capitalismo hanno sma­ scherato la pseudo-lotta condotta da queste organizzazioni. La fine della Terza Internazionale era in vista già nel 1920, allorché vennero esclusi i rivoluzionari per non perdere l’annessione al 25 Potemkin era il primo ministro sotto Caterina di Russia.

61): « N e l suo lavoro, L'accumulazione del capitale, ella affermava che, una volta esaurito il mercato interno, il capitalismo si vedrebbe costretto ad estendersi da un paese coloniale all’altro, riuscendo così a sopravvivere per tutto il tempo che tali paesi fossero dispo­ nibili. Non appena il mondo intero fosse industrializzato e di­ viso tra le potenze imperialistiche, verrebbe necessariamente a manifestarsi la rivoluzione internazionale, dal momento che il capitalismo non potrebbe espandere le sue forze produttive e 42 continuare illimitatamente il processo dell’accumulazione in una società — non importa quanto grande essa fosse — a produ­ zione mercantile relativamente isolata ».

Download PDF sample

Rated 4.85 of 5 – based on 39 votes